Giulia: un limpido esempio di chi crede nella solidarietà

Giulia Iori

E’ sempre triste parlare di una persona scomparsa ricordandone i pregi, ma in questo caso la sofferenza è veramente forte ed incontenibile.
Giulia tra le altre cose belle che faceva era anche donatrice di sangue presso il nostro centro di raccolta di Via Manin, al Pronto Soccorso.
Giulia si era iscritta nel 1996 ed ha sempre donato costantemente e con quella voglia di aiutare gli altri che era propria del suo carattere.
Una ragazza sincera, generosa, un limpido esempio di chi crede nella solidarietà, di chi sente che ogni modo è buono per aiutare gli altri. L’ultima donazione l’ha fatta il 18 aprile scorso, non appena gli è arrivata la cartolina di avviso.
Ad ottobre l’AVIS di Montecatini festeggerà 35 anni di attività, ed in questi giorni revisioniamo gli elenchi delle donazioni. Giulia in quell’occasione avrebbe ricevuto un attestato per avere raggiunto le otto donazioni, un segno di modesta riconoscenza che noi donatori amiamo fare.
Ma non ci sarà a prenderlo, come non ci sarà per gli affetti più cari cui è stata strappata incontro ad un destino cui la sua generosità non l’ha sottratta.
Un commosso abbraccio da tutta la nostra Associazione, un pensiero alla cara amica Rita, che la incoraggiò anche verso la donazione del sangue.
Piangiamo un grande esempio di volontaria, un grande esempio di vita.

by Mauro Farnocchia, tratto da www.avismontecatiniterme.it
Presidente Avis Montecatini

Mi piace!
6

Info su juandpaola

Juanita è una donna di trentacinque anni che da grande voleva fare la rockstar, ma ha aperto una società di redditi immobiliari, ha una bambina di quattro anni che adora e un quasi marito inglese che parla l'Italiano peggio di Don Lurio. Se Giulia fosse ancora viva molto probabilmente Juanita sarebbe la sua tour manager.
Questa voce è stata pubblicata in Giulia Iori, In the name of love, Pensieri personali. Contrassegna il permalink.