Mia madre mi ha creato, Giulia mi ha dato la vita!

Giulia Iori

In questo momento sono a casa sul divano come spesso accade ultimamente… il mio pensiero … il solito. Ho conosciuto Giulia credo nel ’96, ultimo anno di catechismo, è passato tanto tempo, ma per tutta la vita ricorderò quel pomeriggio : da lì è iniziata la mia vita, da lì inizio Io, quello che sono, quello che Giulia ha fatto di me, quello in cui Giulia ha creduto.

Stavamo cantando con Toio, (D.Vittorio) quando ad un tratto entra questa ragazza, energica, solare, piena d’amore, che espone il dopo-cresima, a quell’età fra gli amichetti eri uno sfigato se ci andavi,  io eterna esclusa dai gruppetti,  e a sentirla parlare mi venne voglia di partecipare . Poi la prima uscita, casa Alleluia: con la sua chitarra, la voce, la grinta, l’amore , che bello … Iniziò il corso di chitarra … era bellissimo stare con  Lei,  stavo bene… ero innamorata,  innamorata dell’amore,  innamorata di Giulia e della musica, dell’aria che c’era,  gli amici, avevo finalmente  LA MIA FAMIGLIA !!!

Ogni parola che Giulia ha speso con me è per me un’insegnamento, che tutt’oggi, ogni giorno vige, non passa giorno che io non vivo in Lei, per lei, nel Suo amore, nel Suo nome, nella Sua gioa di vivere nel Suo insegnamento. Mi diceva sempre “<<Claudia continua così non cambiare mai sei una grande, continua a dare tanto come stai facendo adesso>>”. Io stavo bene sentendo le sue parole, oggi mi rendo conto che è grazie a Lei e alle sue parole che io ora sono chi sono.
Una mattina, nn ricordo l’anno, andavo sempre a scuola, (x dire) dalla voglia che avevo di stare un istante con Lei saltai  la  scuola e l’aspettai sotto casa sua, sapevo che doveva andare a lavoro, all’epoca imbiancava…bella!  Insomma, andai con lei a lavoro,  stava imbiancando a casa della nonna di Angela, credo che sia stata una delle forche piu belle!

Non posso scegliere semplicemente tre aggettivi per definirLa, perchè è il mio Tutto, la ragione dei miei risvegli, il bene quando c’è solo male, la mano nello sconforto, la forza quando tutto è nero, il sorriso… la vita … Ultimamente sto  ascoltando E’ un peccato morir di Zucchero, la sto suonando con lei, troviamo gli accordi, e la cantiamo … semplice e orecchiabile, come facevamo in oratorio: non è solo un pensiero, la vivo così nella Sua magia che anche da lassù mi trasmette, è con me sempre, è con voi amici, è sempre in mezzo a noi, Giulia è Musica, Amore, Gioia.

Tra le innumerevoli canzoni suonate con Lei in cima alla top ten ci sono sicuramente Nzoto na ngai, mitica, un pezzo di musica classica, tipo un arpeggio che faceva spesso e mi faceva impazzire, La pace, Via di Baglioni, Sultans of swing quando cercavo di imparare l’assolo ^_^ Ce ne sono un milardo ogni nota è un ricordo, un’emozione. La musica nella mia vita c’è sempre stata, vivo, sogno, ascolto, canto, suono musica, nn c’è alba senza musica nè tramonto…

In un mondo ‘perfetto’ ehhe…..bella domanda: meno sofferenze, piu amore, piu altruismo, le solite cose sennò che mondo perfetto sarebbe!!!!!!!! Bisognerebbe volersi bene l’un l’altro,accettare il prossimo, vivi e lascia vivere , il dare senza bisogno di ricevere il rispetto, l’aiuto sopratutto nelle piccole cose, anche un sorriso ad uno sconosciuto per esempio può cambiargli la giornata e rendergliela migliore perchè … la bellezza della semplicità, di un gesto fatto col cuore, l’aiuto recipreoco, sarebbero ottime basi per un mondo perfetto, ognuno dovrebbe coltivare con cura il proprio giardino, affinchè la città sia fiorita e confortevole per tutti…

Il dolore, e la sofferenza nella mia vita mi hanno aiutato a crescere, l’altro lato del dolore per me è la forza,forza di andare avanti la speranza.

La musica mi serve per vivere, per ridere, pregare amare, sentire che Lei c’è, serve a star meglio, serve a piangere, accompagna la mia vita, sempre.

by Claudia Moncini

Mi piace!
13

Info su Claudia

Claudia, mattarella 26enne, amante della musica, anche se poco praticante negli ultimi anni (il che è un grande peccatoo!!!) come scrisse una volta Giulia di me dolce e servizievole... Lavoro in una lavanderia a lucca... e vivo a montecatini. adoro le muccheeeeeeee!!!! E guai a chi tocca la mia chitarra!
Questa voce è stata pubblicata in Giulia Iori, In the name of love, Musica, Parrocchie, Pensieri personali. Contrassegna il permalink.