“Non fa niente, continua a cantare!” (Giulia)

Giulia Iori

Ciao Vi invio il mio pensiero….

Tuo nome: Rachele
Adesso ti trovi: Campi Bisenzio, guardando le immagini del concerto dell’8 dicembre..
Come hai conosciuto Giulia? Era amica di Eva, compagna della Chiesa (San
Giuseppe Artigiano di Sesto Fiorentino), è venuta col nostro gruppo alla JMG
Giornata della Gioventù a Parigi del 1997, 15 giorni a contatto quasi
continuo. Poi venne a sentire e vedere un recital dove cantavo e mi registrò
in una canzone che le piaceva molto. Quando alla fine del tutto in un canto
finale steccai, guardai subito lei che mi fece l’espressione come per dire “non
fa niente, continua a cantare!”
Giulia in tre aggettivi: trascinatrice, entusiasta, inesauribilmente solare.
La canzone di ieri che hai amato suonare con Giulia: più che altro mi piaceva
ascoltarla quando la faceva con Eva e Camilla: La Nave dei Timoria.
La musica nella tua vita: da sempre mia compagna di vita, è tantissimo, è una
delle poche cose che mi fa sentire in pace e felice quando la esprimo col canto.
In un mondo perfetto: Giulia sarebbe qua
L’altro lato del dolore è: scoprire Dio, continuare a cantare sempre più forte, continuare a credere, continuare a cercarLo anche quando tutto sembra perduto, perché Giulia ora sta cantando per Lui…
La Musica serve sicuramente a qualcosa. A cosa, per te? A far traboccare amore
e sentimento quando oggi è così difficile parlarne e far uscire ciò che si prova..

by Rachele

Mi piace!
8

Info su juandpaola

Juanita è una donna di trentacinque anni che da grande voleva fare la rockstar, ma ha aperto una società di redditi immobiliari, ha una bambina di quattro anni che adora e un quasi marito inglese che parla l'Italiano peggio di Don Lurio. Se Giulia fosse ancora viva molto probabilmente Juanita sarebbe la sua tour manager.
Questa voce è stata pubblicata in Giulia Iori, Musica, Parrocchie, Pensieri personali, Religione. Contrassegna il permalink.